Android Wear: disponibile la prima beta basata su Oreo 8.0 ma solo con LG Watch Sport

12-10-2017 LG - Google -
Finita la fase beta di Android 8.0 Oreo, già disponibile al download su molti dispositivi, ora è arrivato il turno anche del comparto smartwatch. Da qualche giorno il team di Google ha avviato il Beta Program per Android Wear, rilasciando la prima versione del sistema operativo basato su Oreo 8.0, ma al momento le novità di rilievo sono davvero pochissime.
 
In realtà l’aggiornamento si occupa principalmente di aspetti tecnici (come ad esempio le API 26), strumenti rivolti alle attività di sviluppo, e non migliorie grafiche o nuove funzionalità. Per di più questa beta è compatibile soltanto con modello di smartwatch Android, l’LG Watch Sport, che in Italia non è mai arrivato ufficialmente. Le ultime notizie relative alla piattaforma Wear risalgono all’ultimo evento Google I/O, nel quale veniva soltanto confermato l’arrivo in futuro di una nuova versione del sistema basata su Oreo 8.0, senza grandi stravolgimenti sul piano delle funzionalità. 
 

Android Wear Beta Program: piccoli miglioramenti nella gestione delle notifiche 

 
Gli aspetti su cui il team ha deciso di focalizzarsi sono il comparto notifiche e le attività in background, senza dubbio fondamentali nell’esperienza finale (gestione degli avvisi in arrivo sullo smartwatch e ottimizzazione della durata della batteria) ma a dirla tutta ci si aspettava qualcosina di più. Tra le note di rilascio della beta sono inclusi alcuni avvertimenti sui potenziali bug riscontrabili durante l’utilizzo (notifiche, sincronizzazione dei contatti, rilevamento cardiaco), aspetto del tutto normale trattandosi di una versione ancora in fase di sviluppo, mentre la lista delle novità introdotte è abbastanza corta.
 
Se siete interessati a scaricare l’aggiornamento dovrete prima aderire al programma beta di Android Wear dal sito ufficiale registrando i dati del vostro LG Watch Sport e in seguito avviare il download dalle impostazioni del dispositivo. I cambiamenti che saltano all’occhio sono davvero pochi:
 
  • La sezione relative alle notifiche è stata separata da Suoni e unita alla voce App
  • La sezione App e Notifiche è stata aggiornata: facilitata la gestione dei permessi e dei suoni/vibrazione, prima presenti nella sezione Suoni.
  • Introdotta la scelta del pattern vibrazione (normale, lunga o doppia)
  • Gestione unificata di tutte le notifiche per ogni applicazione
  • Visualizzazione dello storage: ora è possibile ordinare le app in base alle dimensioni reali o alle dimensioni dei file al loro interno
 
Via: androidpolice.com
Marco Voltazza

Smartwatch all'interno di questo articolo

Articoli correlati