Qualcomm annuncia il nuovo processore Snapdragon Wear 1200, creato appositamente per smartwatch e dispositivi indossabili

30-06-2017 tutte le categorie -
Qualcomm ha da poco presentato la nuova piattaforma di processori Snapdragon Wear 1200, più potenti rispetto ai modelli precedenti ma anche meno esigenti dal punto di vista energetico, destinati agli smartwatch in uscita nei prossimi mesi.
 

Qualcomm Snapdragon Wear 1200: più potenza e consumi ridotti

 
Qualcomm si è fatta inizialmente un nome nel mondo degli smartphone, grazie alla produzione di chipset, ma in questi ultimi anni la compagnia ha deciso di allargare il suo raggio d’azione entrando anche nel mondo degli smartwatch e dei dispositivi indossabili. Attualmente il suo Snapdragon Wear 2100 è uno dei chipset più utilizzati dagli smartwatch Android Wear, come ad esempio il Huawei Watch 2 o l’LG Watch Sport.
 
Secondo Qualcomm, il nuovo Snapdragon Wear 1200 è un prodotto all’avanguardia, in grado di fornire ancora più potenza rispetto ai suoi predecessori ma allo stesso tempo contenere i consumi, fattore essenziale specialmente sugli smartwatch e i dispositivi indossabili in genere. Il Wear 1200 arriva in risposta alle esigenze sempre maggiori dei consumatori, come ad esempio le dimensioni contenute, una maggiore sicurezza e una durata della batteria più lunga.
 

Qualcomm: il mercato dei dispositivi indossabili è destinato ad un grande sviluppo

 
Nello specifico la nuova piattaforma offre il supporto alla rete cellulare LTE/4G, la possibilità di aggiungere un’ampia gamma di sensori esterni e moduli M1/NB1/E-GPRS, GLONASS e GPS a basso consumo. Anche la sicurezza è stata aumentata con il sistema Qualcomm Secure Execution Environment, che permette la crittografia dei dati a livello hardware. Pankaj Kedia, uno dei senior manager di Qualcomm, analizza così l’attuale situazione del mercato smartwatch:
 
“L’industria dei dispositivi indossabili continua a crescere e ad offrire sempre più settori di sviluppo, dai bambini agli animali, fino ad arrivare al mondo del fitness. Tutto questo però necessita di chipset in grado di consumare pochissima energia e al tempo stesso mantenere l’utente sempre connesso. Grazie al nuovo Snapdragon Wear 1200 abbiamo cercato di rispondere a questo bisogno, offrendo un prodotto all’avanguardia per completare la gamma di processori Qualcomm”.
Marco Voltazza

Articoli correlati